Ritornare selvatici

Date gennaio 17, 2013 Author giannidavico Comment One Comment

Dunque, la società di oggi ha tante meraviglie, ma altrettante – e forse più – manchevolezze. Il precario equilibrio con la natura è una di queste, e non certamente secondaria.

Ritornare selvatici. Le parole nomadi di Tavo Burat è un film che va in questa direzione. È uno dei testamenti spirituali di Tavo Burat, grande personaggio e grande persona, studioso brillante, uomo mai domo e con un senso di giustizia fortissimo dentro di sé (qui un mio piccolo ricordo).

E nello stesso tempo è anche l’invito accorato all’uomo di oggi a salvaguardare, a tenere da conto la terra, la natura, le proprie radici, la biodiversità come si direbbe oggi con una parola di moda, perché è tutto quel che ha. (Personalmente mi vedo molto bene, invecchiato, nel mio rifugio sui monti, a custodire una piccola parte di natura, a cercare di lasciarla in buone condizioni alle generazioni future. Ritornare selvatici – io ci arrivo.)

O, per dirla con le parole di Tavo:

Essere ancora selvaggio, oggi, forse vuol dire essere vivo anziché sopravvivere; significa, semplicemente, essere uomo.

Diretto da Giuseppe Pidello e Maurizio Pellegrini, curato dall’Ecomuseo Valle Elvo & Serra, è stato girato nella primavera del 2009 sulle Alpi biellesi.

Il DVD costa EUR 15, spese di spedizione comprese, e può essere richiesto a coordinatore@ecomuseo.it. Qui il promo.

Va da sé che ne consiglio caldamente non solo l’acquisto e la visione, ma anche la riflessione e – soprattutto – la conseguente azione.

Tagged as:  , ,   ·   Categories:  Recensioni, Vita 2.0

One Comment → “Ritornare selvatici”

  1. Ritornare selvatici 4 years ago  

    […] esse ciamà a costa mail. Ambelessì ‘l promo, ambelessì na recension ëd Paolo Castellina, ambelessì na mia recension an […]

Leave a Reply