Feb 06


E via, si riparte.

A Milano il 14 aprile parleremo di marketing per i traduttori. “Di nuovo?” Sì, e con qualcosa in più: questo incontro è dedicato ai traduttori che hanno da poco iniziato il mestiere e agli studenti degli ultimi due anni delle scuole di traduzione che hanno in animo di intraprendere questa carriera.

(Con l’immodesto proposito di contribuire a colmare una grossa lacuna che ho sempre visto nelle scuole di traduzione: il collegamento tra il mestiere e il mercato.)

Gli argomenti non mancano. Il marketing in primis, ovviamente: il marketing è la chiave di tutto. (Finché qualcuno non fa una proposta nulla accade nel mondo.) E il marketing vuol dire avere un sito ben fatto, scrivere un résumé efficace, sapersi presentare nei vari social network (e di persona ai clienti potenziali, si capisce) eccetera.

Ma oltre a questo parleremo anche di contabilità: come compilare una fattura, come tenere la contabilità e così via. “Parleremo” è un plurale maiestatis: è più esatto dire che ne parlerà Giuseppe Bonavia, commercialista e revisore contabile, esperto in materia di adempimenti contabili e problematiche fiscali per traduttori e interpreti professionisti.

Parleremo dei CAT, parleremo di come stabilire i propri prezzi, parleremo dell’importanza delle associazioni di categoria.

Una giornata di parole forse terra terra – se fossero poesia sarebbero Saba e non Montale –, ma fondamentali per avere successo nel nostro settore. “Il re è nudo”, insomma, per dirla con Andersen: ed è importante che chi è entrato da poco nel mercato, vi sta entrando oppure ha in animo di entrarvi a breve sappia che cosa occorre fare.


preload preload preload