Lug 02


C’è un’opera di estremo interesse per ogni golfista sinceramente innamorato di questo sport che nasce da un fatto tragico avvenuto nel 1999: la morte di Davide Bisagno, ragazzo strappato alla vita nel fiore degli anni. Il padre Marco, per onorarne la memoria, ha dato vita nella sua città – Verona – ad un museo unico nel suo genere. È infatti l’unico museo privato di golf esistente al mondo, e contiene migliaia di palline logate (è stata questa raccolta, nello specifico, che ha dato l’abbrivio al museo), migliaia di bastoni (alcuni di fine Ottocento, alcuni adoperati da Jack Nicklaus) e numerosi oggetti di varia natura legati al golf.

Tale museo è dunque, innanzitutto, un’opera d’arte. Sono stati necessari otto anni di lavoro per raccogliere i materiali, restaurarli, catalogarli e sistemarli. Questo perché i pezzi, soprattutto quelli più antichi, a volte vengono identificati da segni piccolissimi: è quindi necessaria una pazienza certosina, unita a una conoscenza specifica nel clubmaking, per definire con precisione un bastone.

Il museo è ora anche un libro, edito da Cierre grafica con carta Fedrigoni, che ha richiesto quattro anni di lavoro e rappresenta una sorta di catalogo del museo stesso. Sono 300 copie in edizione non venale, curatissime in ogni dettaglio, numerate una per una e donate dai genitori di Davide agli appassionati.

La copertina qui sopra è opera dell’artista Andrea Torresani. Bastoni, palline, sacche (fra cui un raro esemplare del 1890) e altro ancora sono stati fotografati dalla mano sapiente di Renzo Udali, che ha trasformato gli attrezzi in elementi vivi del volume.

Potrebbe essere definito un prodotto di alta gioielleria editoriale, anche se personalmente credo che definirlo frutto della passione per il golf e per la vita sia rendere maggior giustizia all’avvocato Bisagno. Il primo impatto, infatti, è di profondo rispetto per l’opera, austera ed elegante; ma anche a scorrere il volume successivamente viene in mente una deferenza quasi virgiliana per l’uomo e ciò che ha realizzato. Senza dimenticare il fatto che l’opera è una sorta di compendio della storia del golf, narrata attraverso i materiali e i protagonisti che a quei bastoni hanno dato vita: il volume ricostruisce invero la storia di questo sport attraverso documenti autentici e il racconto delle imprese dei grandi campioni.

Splendido lavoro, avvocato Bisagno.


Taggato:
preload preload preload
© 2018 Gianni Davico  Licenza Creative Commons