La dura legge dei call center

Io – come molti, credo – associo il concetto di call center alle compagnie telefoniche che, puntuali come l’agente delle tasse, chiamano chiedendo del titolare per proporre un’offerta irripetibile.

Cosa c’è dall’altra parte del filo, ahimè, lo sappiamo tutti: un lavoro senza nessuna garanzia a 800 euro al mese. Leggere i racconti di chi c’è stato, o potrebbe esserci stato, dà comunque un’idea ben triste del mondo.

Possibile che la fantasia dell’uomo sia a volte così limitata, che conosca solo la legge del più forte senza nessun tocco di creatività? Cumannari è megghiu ca futtiri, si dice in siciliano. Che tristezza però.

Lascia un commento