Feb 17

This Must Be the Place
Io ho fatto tanti errori.

Rifletto sui miei primi vent’anni (circa) di lavoro, e mi rendo conto di tutte le decisioni macroscopicamente sbagliate prese nel tempo. È uno spreco di talenti, perché ho fatto ben poco di quel che avrei potuto. Dice Cheyenne (Sean Penn) in This Must Be The Place:

Lo sai qual è il vero problema, Rachel? Che passiamo senza neanche farci caso dall’età in cui si dice “un giorno farò così” all’età in cui si dice “è andata così”.

Oggi credo che colga l’essenza delle cose. Il vero problema.

Capisco anche che il talento mi ha aiutato ad andare avanti discretamente bene. Ma mi basta, questo? Ti basterebbe poter dire “sì, non ho fatto sfracelli ma tutto sommato me la sono cavata”?

Pavese, nel diario:

Non dirò ‘tutto qui e adesso?’ Sapevo quel che volevo e so quel che vale ora che l’ho. Non volevo soltanto questo. Volevo continuare, andar oltre, mangiarmi un’altra generazione, diventare perenne come una collina.

Probabilmente non ho riflettuto abbastanza quando mi sono trovato a bivi importanti della vita. J’ai lu tous les livres, potrei dire citando Mallarmé; ma poi rimane il fatto che questo non basta, e rimango sempre al cinque per cento di montaliana memoria. Sic est.


Un commento a “La qualità delle decisioni”

  1. Ylenia ha detto:

    No, non mi basterebbe dire: “sì, non ho fatto sfracelli ma tutto sommato me la sono cavata”, ma trovo davvero difficile riuscire a fare sfracelli nel nostro paese.

    Bellissima la frase di Cheyenne, mi era rimasta impressa per molto tempo dopo aver visto il film e andavo in giro a ripeterla a tutti (è finita anche nel libro di un mio conoscente).

Lascia un commento

preload preload preload