Dic 16

VLUU L110  / Samsung L110
Scrivevo qualche mese fa:

Il mio obiettivo, che qui rendo pubblico […], è quello di partecipare, portandola a termine, ad una mezza maratona entro la fine del 2014.

Ebbene, quel sogno – perché di sogno a tutti gli effetti si tratta: per fare una cosa devi prima sognarla (è questo uno degli insegnamenti fondamentali di Bob Rotella) – si è avverato ieri. (Decisamente prima del previsto: e questo, a cose fatte, non mi stupisce punto – da tre mesi sognavo, con profluvio di dettagli, di passare sotto quel traguardo.)

La corsa era questa. Oggi ne parlo da un punto di vista “filosofico”; mercoledì dirò di come ho vissuto questa competizione in piemontese, e venerdì del lato strettamente sportivo.

Quel che volevo, a dirla tutta, era arrivare in fondo entro le due ore e mezza: questo era lo spartiacque che, nella mia mente, avrebbe separato il successo dal fallimento.

Le due notti precedenti sono state difficili, per problemi che non riuscivo a togliermi dalla testa; così invece di rilassare la mente per l’imminente prova ho continuato a macerarmi dentro a problemi che non riesco a risolvere.

Ma tant’è. Sono partito ad un passo tranquillo (circa 7 minuti al chilometro) e, cosa più importante, dopo i primi chilometri mi è stato chiaro che quel passo mi avrebbe permesso di stare sotto la soglia prefissata.
Un Po di Corsa
Verso il chilometro 14 le forze scarseggiavano. Per un po’ mi è servito l’incitamento di un volontario, ma poi vedevo che faticavo a tenere il passo. Più avanti ho messo in pista tutti i trucchi che mi venivano in mente (contare i passi al minuto, per esempio, così come altri trucchetti forse stupidi ma efficaci): così il tempo passava e la meta si avvicinava. Lo sforzo più grande è stato contare i passi fino a mille quando ero intorno al ventesimo chilometro: sapevo che se fossi riuscito ad arrivare a mille sarei arrivato nei pressi del traguardo, e a quel punto sarei stato sicuro di farcela.

All’arrivo il mio cronometro segna 2 ore e 27 minuti: ovvero ho corso esattamente a 7 minuti al chilometro, mantenendo la media con lievi deviazioni.

C’è il sole, io sono felice.


2 commenti “Profezie che si autoavverano”

  1. Golf e corsa ha detto:

    […] Domenica ho portato a termine la mia prima mezza maratona. […]

Lascia un commento

preload preload preload