Gen 16

Ho avuto a che fare nei giorni scorsi con due-tre fornitori differenti per servizi che in parte riguardavano Tesi & testi e in parte riguardavano me personalmente.

E mi sono reso conto che del divario che c’è, a volte, tra lo standard che io garantisco ai nostri clienti e lo standard che persone con esperienza limitata in un dato settore sono in grado di offrire. Mi sono reso conto di qualcosa che per me è difficile da capire perché è scontato: è scontato che io sia professionale, che consegni in tempo, che faccia dei preventivi precisi, che mandi le fatture quando è il momento e così via. Sono tutti quei piccoli aspetti che fanno una professione e che normalmente diamo per scontati.

Però quando ti accorgi che ci sono aziende, professionisti, piccoli imprenditori e così via che non hanno idea di che cosa voglia dire eccellenza nel servizio – o meglio, ne hanno un’idea molto differente rispetto a quella che potrebbe essere la nostra –, in quel momento allora ti rendi conto della differenza e del valore che ha quello che offri.

Il sugo di tutta la storia, quindi, è questo: puntiamo sempre e comunque all’eccellenza nel nostro servizio perché questa fa, fa, fa la differenza.


2 commenti “Vent’anni di mestiere non sono pizza e fichi”

  1. silvia giancola ha detto:

    Parole sante! L’eccellenza è quello che distingue il nostro lavoro, la sola che può fare la differenza. Difendiamola a spada tratta contro chi cerca di sminuire il nostro lavoro, la nostra professionalità.

    Siamo gli unici che possono fare qualcosa per promuovere questo cambiamento, per aprire gli occhi ai clienti facendo capire che la serietà, l’affidabilità e la qualità hanno valore. E prezzo!

    Buona giornata,
    silvia

  2. Furio Incolto ha detto:

    Per me sono 35, gli anni. Sono arrivate tecnologie, Cat, Qa check, Ta ecc. ed è rimasto un filo conduttore: l’impegno. La volontà di far meglio, di apprendere per migliorare, di capire le aspettative per soddisfarle. Ma, come tu dici, non è così per tutti. Ancora oggi quando un traduttore tarda una consegna o esegue una traduzione mediocre sono portato a chiedergli cosa è successo, penso sia incappato in qualche problema “suo malgrado”. Ma spesso per lui va tutto bene.
    Ci si accontenta? Tu, io i clienti? Certo che no: la professionalità è come l’educazione, non si disimpara.
    Ciao
    Furio

Lascia un commento

preload preload preload