Mental Toughness Training for Golf


Mi sono imbattuto in questo agile libro – poco più di cento pagine, ma tutte decisamente dense – per caso.

Le mie letture golfistiche degli ultimi mesi non sono state emozionanti, e cercavo un ausilio a uno dei miei punti deboli, ovvero la capacità di portare a termine le gare con successo: uno dei miei due o trecento limiti nel golf è proprio questo, il fatto di trovarmi a un passo dal traguardo e accontentarmi dei risultati, senza cercare invece di ottenere comunque il massimo, di andare fino in fondo, di percorrere il proverbiale extra mile. È un limite mentale che mi infastidisce e che trovo complicato – per ora almeno – superare.

Ebbene, questo libro probabilmente non ha risposto alla mia domanda, però mi ha fornito molti consigli utili sull’aspetto più sottovalutato e nello stesso tempo più importante nel golf, la gestione della mente nei momenti difficili di una partita.

Il libro, a detta dell’autore, può essere riassunto in una frase sola:

Make practice and play more difficult than actual competition.

L’idea che lo sottende è questa: se rendiamo la nostra pratica difficoltosa, allora riusciremo meglio a comprendere i nostri limiti, le debolezze e i punti di forza, le tendenze nei nostri pensieri e di conseguenza nel nostro gioco e quindi nei risultati che otteniamo. In questa maniera potremo beneficiarne quando il risultato conterà.

Trovo interessante e utile il fatto che l’autore mescoli discussioni teoriche ed esempi reali con esercizi da fare in campo pratica o anche a tavolino, per applicare subito la teoria che si può apprendere con la lettura.

Un libro denso, da meditare e applicare. Come credo si capisca, ha il mio bollino di approvazione.

Rob Bell, Mental Toughness Training for Golf: Start Strong Finish Strong, AuthorHouse, pp. 132, EUR 15,19.

Commenti

[…] This post was mentioned on Twitter by Rob Bell, Gianni Davico. Gianni Davico said: Recensione di "Mental Toughness Training for Golf" su Campo pratica: https://giannidavico.it/campopratica/?p=286 […]

[…] post, che a loro volta riprendono due ottimi – ottimi davvero – libri sull’argomento, qui e qui. Nonché a segnalare un libro che sto leggendo e di cui certamente dirò nei prossimi mesi, […]

Lascia un commento